Talking Horses: BHA sollecita la vigilanza mentre si avvicina l’anniversario degli “Influence Day”

Labs ha lavorato 24 ore su 24 per testare migliaia di tamponi e, in totale, sono state perse 23 riunioni, tra cui la scheda Betfair Hurdle di Newbury del 9 febbraio, probabilmente l’incontro britannico più importante in vista del Cheltenham Festival . Betfair Hurdle e Denman Chase si sono svolti ad Ascot il 16 febbraio, ma il Game Spirit Chase è stato tra le tante dozzine di gare perse, e gli effetti dell’epidemia sono continuati per alcuni allenatori ben dopo che le corse erano riprese. ‘per le preoccupazioni sulle scommesse dopo l’uscita di Altior Leggi di più

Le nuove regole di vaccinazione imponevano a tutti i corridori di aver avuto un jab nei nove mesi precedenti, costringendo alcuni cantieri a vaccinare nuovamente i cavalli che avevano ricevuto la loro iniezione più recente la precedente estate.Ciò, a sua volta, ha influenzato alcuni regimi di preparazione per il Festival, poiché i cavalli appena vaccinati hanno bisogno di alcuni giorni facili per riprendersi.

Nel complesso, è stato, come ha detto Nicky Henderson, un modo “bizzarro” per avvicinarsi al più grande incontro dell’anno. Quindi, con l’avvicinarsi dell’anniversario della Giornata dell’influenza, quali sono le probabilità che ciò accada di nuovo?

La cattiva notizia è che per quanto riguarda le malattie infettive, molto poco è davvero impossibile.La buona notizia, tuttavia, è che mentre l’epidemia dell’anno scorso ha seguito un picco nei casi di influenza equina nella popolazione di cavalli più ampia – spesso non vaccinata – non vi è ancora alcun segno di un simile salto di numeri quest’anno.

< p> Il BHA, ovviamente, non dà nulla per scontato ed esorta tutti gli addestratori a rimanere vigili.

“Siamo in contatto regolare con Animal Health Trust in merito ai casi di influenza equina nella popolazione equina più ampia “, Ha dichiarato un portavoce dell’Autorità questa settimana. “Al momento non siamo a conoscenza di un simile” picco “nei casi di influenza equina nella popolazione equina più ampia di quello che ha preceduto lo scoppio delle corse lo scorso anno.Tuttavia, è essenziale che i formatori rimangano vigili, mantengano aggiornate le vaccinazioni e osservino le buone procedure di biosicurezza. ”

In termini di vaccinazioni,” aggiornato “è ancora entro nove mesi, sebbene un recente la decisione a livello europeo nella struttura amministrativa delle corse potrebbe significare che i colpi ogni sei mesi diventeranno la norma dal 2021.La misura è attualmente in attesa di “consultazione” con i formatori, le cui imprese dovranno assorbire i costi aggiuntivi e il possibile inconveniente di vaccinazioni più regolari.

“Il BHA è in costante contatto con i formatori da febbraio dello scorso anno al fine di tenerli al passo con la situazione relativa ai requisiti di vaccinazione “, ha detto il portavoce. “A seguito dell’epidemia di febbraio abbiamo istituito un requisito temporaneo per cui ogni cavallo in competizione deve avere una vaccinazione contro l’influenza equina conforme entro nove mesi di calendario dal giorno della gara.

” Questo requisito temporaneo sarà in vigore per la durata del 2020. Nel frattempo, effettueremo una consultazione sulle modifiche alla regola di vaccinazione permanente contro l’influenza aviaria (EI) da attuare a partire dal 2021.Altre giurisdizioni automobilistiche europee effettueranno consultazioni simili nel 2020, con l’obiettivo di raggiungere requisiti di vaccinazione armonizzati per i cavalli da corsa in tutta Europa. ”

Quindi sembra che l’eredità definitiva dei sei giorni senza gare in Gran Bretagna l’anno scorso potrebbe essere una popolazione di cavalli da corsa in tutta Europa con una barriera ancora più forte contro l’infezione influenzale. Ci sono volute più di sei settimane, ma se ci sono meno possibilità che accada di nuovo, alla fine è stato un piccolo prezzo da pagare. Le migliori scommesse di mercoledì

Sulle carte di oggi, Rolling Dylan (1.15) è un prezzo decente per vincere un interessante inseguimento per disabili a Ludlow mentre torna alle recinzioni regolamentari dopo un paio di uscite sul circuito di Cheltenham.Secondo quanto riferito, ha perso una scarpa quando è uscito solo settimo e il suo quinto posto nella Bet365 Gold Cup a Sandown ad aprile con un punteggio più alto di 6 libbre si legge bene nel contesto della gara di oggi.