I magnati del golf vogliono fare irruzione in Scozia. È nostro dovere difenderne la bellezza

Se ci fosse un concorso internazionale di bellezza per paesi, la Scozia lo vincerebbe quasi tutti gli anni. A gennaio è stato votato il paese più bello del pianeta dal sito web di viaggi Rough Guides.

Segue riconoscimenti simili da parte di specialisti di viaggio globali in tre dei cinque anni precedenti, oltre a premi accessori per “best isola “(Lewis e Harris) e qualità della vita (Orkney, Edimburgo).Altri paesi hanno montagne spettacolari e splendidi laghi, ma la natura sembra aver scelto la Scozia come luogo per il suo miglior lavoro.

Ogni anno, tuttavia, il governo scozzese si trova ad affrontare la sfida di bilanciare il proprio dovere di preservare e nutrire la bellezza naturale scozzese garantendo a quanti più cittadini possibile siano forniti i requisiti di base per un tenore di vita dignitoso: case, lavoro, cibo e salute.La Scozia potrebbe essere il museo di storia naturale più famoso al mondo – alcune delle sue montagne si sono formate in mezzo alle fitte del mondo stesso – ma più di cinque milioni di persone vivono in questo museo e il paese ha bisogno di più per sostenere un’economia che scricchiola sotto pressione da una popolazione che invecchia.

Occasionalmente, ci può essere richiesto di trattenere il naso e ammettere che la bellezza può essere trovata anche nei disegni per vivere. Molti dei nostri spazi verdi hanno creato una felice sinergia con il turismo golfistico, uno dei principali driver della nostra vitale industria turistica. Farai fatica a trovare un luogo dove non puoi vedere le montagne o il mare, e pochi sono i luoghi in cui un campo da golf non è neanche vicino. Non abbiamo semplicemente sfruttato le opportunità per il turismo golfistico, le abbiamo sgretolate.Tuttavia, in un luogo come Gleneagles nel Perthshire, il rapporto tra commercio e natura porta una gloriosa comunione. Tuttavia, si tratta di una relazione fragile e che richiede una costante vigilanza per garantire che la tentazione di denaro facile e aziendale e le promesse non testate di posti di lavoro e investimenti non prevalgano sul nostro dovere morale di proteggere la bellezza della Scozia e di trasmetterla intatta alle generazioni future.

È in corso un’indagine pubblica sullo sviluppo proposto di un campo da golf di lusso su uno dei nostri tratti di costa più fragili e belli. Il corso a 18 buche pianificato a Coul Links vicino a Dornoch nel Sutherland è stato proposto dagli sviluppatori statunitensi Todd Warnock e dal magnate del campo da golf Mike Keizer, che sostengono che creerà circa 200 posti di lavoro e fornirà 60 milioni di sterline di investimenti nell’area in oltre 10 anni.I piani furono originariamente approvati dal consiglio delle Highland, nonostante le obiezioni dei suoi stessi pianificatori e di quasi tutti i gruppi ambientalisti e del patrimonio in Scozia e in tutto il Regno Unito. Questa indagine è stata avviata dopo che il governo scozzese ha optato per la convocazione delle proposte a causa di “questioni di importanza nazionale” relative a “questioni relative al patrimonio naturale”. Sette anni dopo, le promesse di posti di lavoro sostenute da Trump e da sostenitori locali ben collegati devono ancora concretizzarsi

Non è necessario conoscere da vicino questi problemi per capire perché c’è così tanta angoscia nella prospettiva di un altro tratto di questa costa selvaggia e vitale del nord-est sacrificata per i capricci di un miliardario americano e l’uso esclusivo dei golfisti con i mezzi per pagare il massimo del privilegio.Più avanti lungo questa costa, il percorso di lusso di Donald Trump a Menie è stato sventolato di fronte alle obiezioni sui danni al sistema di dune unico al mondo. Quasi sette anni dopo, le promesse di posti di lavoro e investimenti sostenute da Trump e alcuni sostenitori locali ben collegati devono ancora concretizzarsi.

Un notevole nesso di protezioni ambientali ha reso Coul una delle località più fortificate della Scozia contro il saccheggio interessi aziendali. Possiede uno degli ultimi sistemi di dune incontaminati nel paese e ha una tripla serratura unica di designazioni che comprende lo status SSSI (sito di particolare interesse scientifico), un’area di protezione speciale (SPA) ed è un sito di Ramsar di importanza internazionale. Il patrimonio naturale scozzese elenca la perdita di 40,5 acri di habitat diretto nella sua obiezione.Gran parte di questo sarebbe stato scavato e la sua vegetazione naturale spogliata per essere sostituita da verdi artificialmente curati di valore di conservazione trascurabile.Plantwatch: incontaminate, rare, dune destinate al nuovo campo da golf Per saperne di più

Una grezza manipolazione del sarà richiesto un terreno per spremere un campo da golf su questo sito specifico, come cercare di adattare Oliver Hardy a un Versace. Per garantire un alto punto di vista sul mare e sul lago, è necessario estrarre una vasta area di brughiera unica. Una biodiversità straordinaria e unica sarebbe minacciata, compresi rari licheni, orchidee e invertebrati.Un raro habitat di dune composto da 95 ginepri verrebbe spostato, insieme a specie come la rosa di roccia, la pianta alimentare della scarsa farfalla argus marrone settentrionale.

Un paio di gruppi locali molto vocali e individui supportano lo sviluppo e curiosamente hanno ingoiato le proiezioni economiche ottimistiche degli sviluppatori miliardari. Le loro risposte sui social media suggeriscono che, come gente del posto, le loro opinioni devono avere un peso maggiore. Un simile atteggiamento tradisce un’arroganza fondamentale. Questa bellissima costa si è evoluta nel corso di milioni di anni.Solo perché hai vissuto lì per una micro-frazione di quel tempo non ti dà il diritto di trasformarlo in un progetto di vanità aziendale in cambio di qualche sfavorevole futuro economico lanoso di provenienza incerta.

Il governo scozzese deve esercitare il suo sacro dovere di protezione del nostro patrimonio naturale e cacciare questa proposta ecologicamente rovinosa. Se non lo fa, aprirà la bellezza della Scozia alle predazioni di altri predoni corporativi internazionali. Come ha affermato un obiettore: “Gli sviluppatori sostengono che solo una piccola parte di questo sito verrà modificata. Ma è come dipingere i baffi sulla Gioconda e dire che solo una piccola area è stata colpita. “